Chi siamo e soprattutto cosa diventeremo

La libreria e casa editrice Edera Edizioni è nata nel 2013. Per due anni abbiamo costruito l’involucro, il bellissimo ambiente che potete visitare fino al 20 luglio 2017 in Via Rossini 21 ad Altavilla Vicentina. Costruita tutta in legno e molto confortevole e accogliente, l’obiettivo è sempre stato quello di costruire un percorso culturale importante in un luogo che non ha mai ospitato una libreria (solo cartolibrerie ma ci teniamo a ricordare anche se è inutile che sono ambienti molto diversi).

Quando si parla di noi, si parla di una famiglia, la famiglia Edera ma la fondatrice e coordinatrice di ogni operazione è Natascia Edera che per inseguire questo sogno ha lasciato un ambiente molto diverso, una lunga esperienza di circa 20 anni in multinazionali in qualità di Product manager nel marketing, poi Consulente Aziendale e successivamente Key Account Manager con la responsabilità commerciale di Grandi Clienti Aziendali in una vasta zona commerciale. Attualmente alterna la direzione di Edera Edizioni alla attività di libera professione nel mondo della formazione e nella consulenza.

Nel primo periodo è stata prevalentemente una libreria, successivamente l’ostinazione nel cercare di portar avanti un progetto culturale ha aperto la via ad alcuni eventi, incontri di scrittura, reading e presentazioni.

Idee che hanno dato origine ad altre idee.

Nel 2016 sono iniziate formalmente anche le pubblicazioni della casa editrice. Abbiamo atteso molto perché per un lunghissimo periodo sono arrivati solo manoscritti non pubblicabili e che non ci sono piaciuti e che ci hanno fatto perdere molto tempo. Ne abbiamo scelti alcuni ma è stato molto difficile, in Italia tutti vogliono fare gli scrittori e nessuno legge. Nel 2017 quindi, nei primi giorni di gennaio, cambio totale della nostra rotta. Abbiamo selezionato, tramite eventi di scrittura gestiti da noi e tramite contatti diretti, alcuni scrittori e attualmente sono in lavorazione circa 20 opere da pubblicare.

Perché è stato lungo questo periodo di scelta?

Perché non dobbiamo assomigliare a nessuno, inutile dire che quando non fai pagare nulla agli autori e ti accolli tutto il lavoro di creazione vera e propria o credi fermamente in ciò che pubblichi o meglio lasciar perdere.

A marzo 2017 abbiamo anche deciso la formale chiusura, di questo luogo unico.

Perché?

Potremmo chiamarla contrazione da crisi di settore ma è meglio chiamarlo per quello che è: un forte disinteresse da parte della popolazione locale per tutto ciò che abbiamo tentato di portare avanti con tanta fatica. Abbiamo fatto molti test, nemmeno il libro nuovo regalato ci ha aiutato a far girare i numeri che sarebbero serviti a dare ossigeno alle attività culturali annesse alla libreria. Per questo motivo abbiamo deciso di seguire una strada interessante, diventare itineranti e abbiamo concordato la chiusura al pubblico a partire da settembre 2017 (in realtà chiudiamo prima per permetterci di smontare le strutture che abbiamo installato, gestire il pianoforte, le poltrone, i tavoli e tutto il resto).

Inizia un percorso nomade di questa casa editrice, un viaggio Italiano che ha l’obiettivo di raccogliere opere e incontrare persone, volti e nuove storie. Cerchiamo aria nuova e respirabile e siamo convinti che solo uscendo allo scoperto si possano creare quei presupposti essenziali per generare nuove idee creative. Cerchiamo inoltre belle ‘penne’ e ‘belle matite’ per raccontare tante storie e metterle su carta. Ma sarà anche un viaggio alla scoperta di nuove idee perché non avremo più una sede fisica (oltre alla sede legale) a partire da luglio 2017 e il nostro laboratorio sarà il nostro territorio e i suoi preziosi consigli.
Prima tappa: Firenze città, il 16 giugno dalle 10.30 alle 17 circa.

Cambiare fa parte del nostro DNA. Siamo fermamente convinti che tutto il sistema distributivo italiano sia statico e vada cambiato e l’editoria, settore che insieme a molti altri ha percepito la crisi e ne è stato travolto, deve sapersi inventare ogni giorno con grandi responsabilità.

In questo periodo di transizione chiediamo ai nostri lettori di avere pazienza e di seguirci passo passo in questa metamorfosi. La pagina Facebook Edera Edizioni è sempre aggiornata e non mancherà mai di esserlo.

Stay tuned!